Domanda e risposta: perchè NO alle tangenziali

“Perchè no alle tangenziali?”, è questa la domanda che mi è stata rivolta domenica mattina.
L’argomento è certamente difficile. Direi che la cosa principale, anche se non quella più importante, è che in molti hanno promesso le tangenziali ed in molti sono caduti nella bugia, pur sapendo di dirla.

Lo fecero la Rossetti e la LEGA, basando la propria campagna elettorale del 2009 proprio su questo, e lo sta facendo nuovamente Fois, con il suo programma di governo attuale, incentrato proprio sulla presenza delle tangenziali.

Promettono sapendo che non si potrà mai fare e senza porre alcuna alternativa.

Non c’erano e non ci sono soldi, nè dalla Provincia nè dal Comune, che comunque dovrebbe metterne una parte.
Perchè allora promettere senza dare alternative possibili? E’ questa la mia prima domanda.

Allora voglio essere realista affermando che le tangenziali non potranno mai essere realizzate. Non mi fermo a questo però, come hanno fatto gli altri. Provo a proporre soluzioni diverse che forse potranno pian piano essere realizzate.

Ma facciamo un passo indietro, tornando ai motivi del no alle tangenziali.

Le ragioni in questo senso sono tante. Tangenziali vuol dire maggior rumore, maggior inquinamento e soprattutto nuovo traffico aggiuntivo e ad alta velocità. Una via che collegherà le due principali arterie stradali attorno a Milano, la statale Varesina con la Statale Comasina, porterà inevitabilmente una enorme mole di veicoli di trastito, che nulla avranno a che fare con Senago, se non invederne i percorsi.

Tangenziali poi vuol dire sacrificare altro territorio in cambio di cemento.

Tangenziali vuol dire nuovi insediamenti sia urbani che produttivi che irrimediabilmente saranno attratti attorno ad essa. Tangenziali vuol dire la morte per asfissia di Senago.

Molti studi indicano che dove viene costruita una strada, inizialmente questa risulta un ottimo percorso alternativo alle vie più trafficate. Questo funziona finchè un numero critico di autovetture non la percorre, giunti al quale ci si ritrova con quella strada anch’essa trafficata. Come conseguenza le auto ripercorreranno le strade adiacenti per trovare quella via più veloce che non hanno più, tornando quindi ad intasare le vie minori della città. La Rho-Monza ne è un esmpio evidente. Una via che inizialmente risultava scorrevole, ora è in procinto di essere raddoppiata perchè sta scoppiando di traffico, con tutte le conseguenze. Una tragedia.

Uno studio dettagliato sui percorsi alternativi è invece più realistico in termini di fattibilità. L’allargamento del ponte Geriale e della via per Cesate sarebbe un più utile e meno invadente percorso alternativo alla tangenziale nord e consentirebbe di deviare il traffico da Limbiete verso le tengenziali già esistento di Garbagnate e la Varesina.

La zona sud della città non necessita di una tangenziale. Viale Lombardia, al confine con Bollate, è già di per se un valido percorso che è in grado di smistare il traffico verso la Rho-Monza e varso Bollate. Una tangenziale sud sarebbe un doppione di questo ampio viale che andrebbe solo adeguato per rendere più fluido il traffico.

Già nel piano delle buone azioni, uscito dal forum di agenda 21 locale di Senago, venivano proposte diverse soluzioni alternative.

Una di queste sarebbe quella di investire nel trasporto pubblico. I costi di realizzazione  manutenzione della tangenziale sarebbero più che abbondanti per realizzare una linea di comunicazione pubblica (bus) tra Limbiate e la stazione di Bollate Nord, principale approdo delle auto provenienti da Limbiate e che attraversano il centro di Senago.

Disporre in sostanza di due linee circolari intercomunali che collegano le stazioni di Bollate e Palazzolo con orari decenti, sarebbe una buona soluzione per invogliare la gente ad usare un mezzo pubblico al posto della propria automobile. Ovviamente la disponibilità di orari del servizio è alla base della reale fruibilità dei mezzi.

La metrotramvia che speriamo sarà realizzata in sede dell’attuale trenino Milano Mombello, diventerà altresì un ulteriore agevole via di collegamento verso Milano, ovvero la metropolitana linea 3.

La fruibilità di percorsi ciclabili correttamente completati renderebbe anche il trasporto su bicicletta molto più utilizzato. Per esempio la realizzazione di una ciclabile da via De Gasperi alla stazione di Bollate Nord è una richiesta che usci proprio dal Forum di agenda 21 circa tre anni fa.

Una città lenta è poi sinonimo di città sicura, dove il pedone vive il proprio diritto di esistere senza dover temere di essere investito, come purtroppo la viabilità odierna ci propone. Una città a 30Km/h è una città a misura di bambino, di anziano, di disabile o meglio, di tutti.

Una città lenta disincentiva le auto ad invaderla e diminuisce i rumori e l’inquinamento.

Queste sono le nostre proposte che si pongono come alternative alle facili promesse. Proposte che cambieranno il volto di questa città per portarla a braccia spiegate verso le nuove generazioni che la erediteranno.

Per chi ha voglia di leggere, molte delle cose descritte sono presenti nel piano delle buone azioni presentato dal forum di Agenda 21 locale di Senago.

cliccare qui per leggere sul territorio

e qui per leggere sulla mobilità

Invito inoltre nella lettura di questo magnifico libro che si può trovare in biblioteca: “MOBILITA’: i segni del collasso” Frederic Vester (Socità editrice ANDROMEDA – indediti n.112)

Annunci

Un commento

  1. Sono pienamente daccordo con questo articolo ed ho bisogno di raccogliere firme contro la tangenziale nord ovest potete aiutarmi? Entro il 26 febbraio dobbiamo presentare le osservazioni in comune e piu’ siamo meglio e’ grazie per quelli che fate e per il sostegno.

Rispondi a sonia Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...