Diaz, l’ira dei poliziotti “Non ci fanno parlare”

Una circolare vieta ogni commento, gli agenti incontrano il regista del film sul G8. La solidarietà del regista del film: “Un divieto puerile, un misto di debolezza e convenienza” di MICHELE SMARGIASSI (www.repubblica.it)

BOLOGNA – “Articolo 3, tutti i cittadini hanno pari dignità sociale…”: Santino Triolo, agente antidroga della Mobile, prende per primo il microfono e inizia a leggere la Costituzione, con enfasi ed emozione, si capisce che pensa “questo almeno me lo lasceranno dire”. Fremono dietro al bavaglio i poliziotti, è un dibattito soffocato questo sulla “Democrazia nella Polizia”, nel quale i poliziotti non possono parlare, anche se l’hanno organizzato alcuni di loro, con un’associazione di solidarietà alle “vittime dell’illegalità”, a Bologna, la città della Uno bianca.

Non possono parlare perché una tortuosa circolare … continua su repubblica

(L’articolo completo è su Repubblica in edicola oggi)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...