La proposta di Senago Bene Comune: Assessore Curcio, rilanciamo “Crescere (a) Senago”?

“Crescere (a) Senago” fu la rete delle agenzie educative del territorio che, ai tempi dell’Amministrazione Chiesa, promuoveva tra i bambini e nei ragazzi della nostra città la cittadinanza attiva.

L’idea nacque quando tutti i principali attori educativi di Senago, coordinati dall’Assessore Clara Rota, decisero di rinunciare alla creazione del “Consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze“: una delle possibili azioni che un Municipio può realizzare per la promozione della partecipazione civica tra le giovani generazioni. Anche se sono numerosi i Comuni che si sono dotati di questo strumento, tuttavia l’idea appariva un poco “adultista” e di faticosa gestione.

Nacque così una rete cittadina che promosse, nell’arco di quattro anni, numerose iniziative. Esse miravano, attraverso un lavoro di conoscenza della città e dei diritti dei cittadini bambini, allo sviluppo di un senso di appartenenza, anche tra i più piccoli, che è alle basi della partecipazione e della cittadinanza; inoltre portavano bambini e ragazzi allo sviluppo della capacità di fare proposte in vista del miglioramento degli spazi di vita.

Anche quando i fondi a disposizione si assottigliarono, fu possibile continuare il progetto, grazie all’attivismo ed alle capacità dell’Assessore Rota.

Durante la breve stagione dell’Amministrazione Rossetti, il progetto non fu chiuso -questo fu un merito dell’Assessore Rega- ma, di fatto, si assistì ad un “allentamento della rete”: la realizzazione si limitò alla proposta ed alla gestione di un certo numero di offerte formative alle scuole.

“Crescere (a) Senago” era, in partenza e nelle intenzioni, molto più di questo. Era un investimento per il futuro di Senago. Si trattava di favorire, in bambini e bambine, ragazzi e ragazze la costruzione di un modo di essere cittadini, della visione del bene comune, della capacità di distinguere, scegliere, decidere, immaginare e progettare gli spazi civici. E’ un lavoro di lunga lena, ma di grande valore.

Oggi quella rete non esiste più.

Occorre senz’altro rilanciare quel progetto. Lo si può fare in molti modi, ma è indiscutibile che un’Amministrazione di progresso, aperta ed avveduta abbia il dovere di pensare alla costruzione della cittadinanza nelle nuove generazioni.

Assessore Micaela Curcio, si può fare?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...