VASCHE a Senago: è finita! Maroni e Governo ce le piazzeranno sulla testa.

the-end1Il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni in carica Lega Nord, in accordo col Governo centrale di Renzi (PD), alleato del Nuovo Centro Destra di Alfano e con Forza Italia guidato dal pregiudicato, hanno decretato il metodo per realizzare le vasche di laminazione a Senago: “sono stati dati poteri speciali a regione lombardia attraverso le procedure accelerate accordate in occasione di Expo e da introdurre in fase di conversione del Decreto 91/2014”. Così riporta (il virgolettato) LOMBARDIA NOTIZIE agenzia di stampa nella pubblicazione di ieri – 14 luglio 2014.

Per Senago non ci sono più speranze se non affidarsi totalmente alla politica e per risolvere la questione dovranno muoversi i politici dei palazzi. La sconfitta dei cittadini è ora sempre più vicina.

Le responsabilità sono note a tutti ed i prossimi giorni diverranno sempre più evidenti, nel solito gioco di scaricare l’uno addosso all’altro il ruolo nefasto che ha portato alle vasche. Ma nella politica di Senago gli attuali attori istituzionali sono più o meno tutti complici ed altrettanto responsabili, in quanto nessuno ha fatto nulla di concreto per fermare ai vertici dei propri partiti questo grande scempio che si prospetta.

Ora siamo tutti fuori tempo limite ed i vaghi e miti tentativi in corso non porteranno a nulla. I cittadini non possono più protestare: chi può fermare questo scempio sono solo i politici: Lega Nord, Forza Italia, Partito Democratico, Nuovo Centro Destra, ma non lo faranno mai!

SinistraSenago ha sempre cercato di avvisare dei pericoli e di proporre soluzioni alternative ma siamo stati totalmente ignorati e lasciati fuori dal contesto politico locale. A nulla è valso alzare la voce rischiando, com’è accaduto, il nostro annullamento politico.Senago ha perso, le vasche si faranno, con buona pace degli urlanti di questi giorni.

 

§

(di seguito il testo pubblicato su LOMBARDIA NOTIZIE di ieri 14 luglio 2014)

BECCALOSSI:DA GOVERNO POTERI SPECIALI PER VASCA SENAGO. INCONTRO IN REGIONE:VIA LIBERA OPERE VAREDO, LENTATE, PADERNO

(Ln – Milano, 14 lug) “Un grande successo di Regione Lombardia, che oggi ha ottenuto dal Governo la disponibilità a procedere con la realizzazione della vasca di laminazione sul fiume Seveso a Senago (Milano), attraverso le procedure accelerate accordate in occasione di Expo e da introdurre in fase di conversione del Decreto 91/2014.
Inoltre, Palazzo Chigi ci supporterà con i fondi necessari per il completamento della messa in sicurezza del Seveso, che passa da altri tre interventi a Lentate sul Seveso, Paderno Dugnano e Varedo”. Lo annuncia l’assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo Viviana Beccalossi, a margine dell’incontro con i rappresentanti della struttura di missione della Presidenza del Consiglio ‘Italia Sicura’, coordinata da Erasmo D’Angelis.
ACCELERARE I TEMPI – “Il Governo – commenta Viviana Beccalossi – ha riconosciuto la necessità di procedere il più in fretta possibile, affinché quanto accaduto nei giorni scorsi e per l’ennesima volta a Milano non si ripeta più. Sul tavolo abbiamo messo l’urgenza delle opere, che possono essere messe in cantiere in tempi brevi con l’ok a tagliare radicalmente la burocrazia”.
L’IMPEGNO DI REGIONE – L’assessore Beccalossi ha ricordato che per la vasca di laminazione di Senago sono già disponibili sul tavolo i primi 10 milioni di euro di Regione Lombardia. Il Comune di Milano anche in questi giorni ha più volte sottolineato di voler onorare il suo impegno per la messa a disposizione dei 20 milioni di euro che mancano per completare il quadro finanziario.
LE NOSTRE RICHIESTE AL GOVERNO – “Sei mesi fa – continua Viviana Beccalossi – abbiamo inviato un elenco delle priorità più urgenti al Governo in tema di dissesto idrogeologico, comprese le opere per la realizzazione delle altre 3 vasche sul Seveso a Varedo, Lentate e Paderno Dugnano, di cui sono già attivate le progettazioni a carico del bilancio regionale. La buona notizia, quindi, è avere ottenuto il via libera per gli 80 milioni di euro necessari a completare tutto il sistema di protezione sul bacino del Seveso”.
ACCORDO DI PROGRAMMA TRA REGIONE E MINISTERO AMBIENTE – A supporto delle richieste lombarde, i “numeri” generati dall’Accordo di programma per gli interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico tra Regione Lombardia e Ministero dell’Ambiente, che mostra uno degli andamenti più positivi rispetto agli accordi attualmente in atto tra Governo e Regioni italiane. Al 30 giugno 2014 risultano infatti attivati tutti i 163 interventi previsti, con risorse totali di 215 milioni di euro, dei quali circa 70 milioni a carico del Ministero e 145,5 della Regione.
RISCHIO IDROGEOLOGICO FUORI PATTO STABILITÀ – “Un altro tema sul quale abbiamo ottenuto risposte positive – prosegue l’assessore Beccalossi – è la nostra richiesta di escludere dal Patto di stabilità gli interventi per la riduzione del rischio idrogeologico. Oggi, di fatto, anche alle Amministrazioni virtuose come la nostra viene impedito di utilizzare i propri fondi disponibili, anche in casi come questi, in cui la priorità è la sicurezza dei cittadini e delle imprese, così come è impensabile che alle Regioni del Centro Nord spetti solo il 20 per cento dei fondi dedicati” conclude. (Ln)

INTERVENTI MESSA IN SICUREZZA SEVESO
(Ln – Milano, 14 lug) La messa in sicurezza della città di Milano è da tempo al centro dell’attenzione di Regione Lombardia, che ha già stanziato 54 milioni di euro per una serie di opere in corso o in fase di progettazione e dedicate ai bacini di Seveso e Lambro. Di seguito la situazione a oggi.
TORRENTE SEVESO – Interventi e stato di attuazione (stanziati 34,4 milioni):
– sistemazione del Canale scolmatore di Nord Ovest (CSNO) tra Senago e Settimo MilaneseFinanziamento regionale: 23,4 milioni di euro Situazione: opera prossima a inizio lavori Fine lavori prevista giugno 2016;
– vasca di laminazione Senago
Finanziamento: costo 30 milioni di euro, di cui 10 già stanziati da Regione Lombardia Situazione: entro fine luglio consegna progetto primo lotto Entro ottobre progettazione secondo lotto conclusa;
– progettazione nuove vasche di laminazione a Paderno Dugnano, Varedo, Lentate sul Seveso Finanziamento: 110 milioni di euro richiesti a Ministero
Ambiente sui fondi FSC programmazione comunitaria Situazione: progettazione (finanziata da RL con 342.000 euro) conclusa entro 2014.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...