Vasche: il Sindaco non molla. “Fois, lotta per tutti noi, siamo con te!”

(da La Repubblica del 15 luglio 2014)

Fois: “Le vasche così non servono e rovinano il territorio avanti con i ricorsi”

Il sindaco di Senago: “Per quattro volte, il Consiglio comunale all’unanimità ha votato contro. Questa è la mia posizione, non la cambio. Vanno fatte sul fiume e non a 5 km di distanza dove si trova il nostro Paese”

LUCIO Fois, sindaco di Senago, il governo ha deciso di accelerare sulla costruzione della vasca di laminazione nel vostro territorio. Come reagirete?
“Per quattro volte, il Consiglio comunale all’unanimità ha votato contro la creazione delle vasche. Questa è la mia posizione, non la cambio”.

Presto sarà convocato a Roma con l’obiettivo di migliorare insieme il progetto. Ci andrà?
“Certo, ma per ribadire la nostra contrarietà. Le vasche vanno costruite vicine al fiume, mentre il nostro Comune si trova a cinque chilometri di distanza”.

E allora perché hanno pensato a voi?
“La Regione ha deciso di mettere a Senago le vasche, grandi come 20 campi di calcio, perché abbiamo ancora tanto territorio disponibile. È assurdo! Ci fanno pagare il fatto che, a differenza di altri Comuni, abbiamo preservato il verde, opponendoci alle speculazioni”.

Oggi come viene impiegata l’area individuata per ospitare le vasche?
“Ci sono una coltivazione di mais e un bosco, i cui alberi sono stati piantati a marzo proprio con fondi della Regione. Ora si vuole abbatterli per fare posto a vasche di acqua inquinata e malsana”.

Il governo ha ammesso che oggi il Seveso è un “fiume fogna” ma ha anche annunciato importanti interventi di depurazione e bonifica.
“Prima si facciano i depuratori, poi si apra il ragionamento su come fare defluire le acque in caso di piena. Secondo studi in nostro possesso, fare una vasca a Senago sarebbe peraltro sconveniente da un punto di vista logistico, vista la distanza dal fiume. Lo abbiamo scrittoanche nel ricorso che ci prepariamo a presentare al Tribunale delle acque”.

Ora che il governo ha preso posizione, per voi sarà ancora percorribile la strada dei ricorsi legali?
“Ce lo diranno i nostri legali. Non lasceremo nulla di intentato”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...