Senago: la giunta appesa ad un filo (di seta) e per Renzo è la quarta fumata nera

cc_vuoto

Fase finale della terza fumata nera in consiglio comunale. Si noti la mancanza dei due dissidenti del PD, Pepe e Batticciotto, tra i banchi della maggioranza e la presenza dei consiglieri di opposizione tra il pubblico (nell’algolo a sinistra si vede Mantovani della LegaNord) anzichè sedersi ai propri posti istituzionali. Una scenetta indegna in un paese che vuole parlare di “politica” alle persone.

… tre e quattro! Sono arrivate a quattro le sedute consiliari andate deserte. Bè, proprio deserte no, la maggior parte di quelli che dovevano stare ai banchi dei consiglieri stavano impropriamente tra gli scranni riservati al pubblico.

Ma questo è il destino di una giunta piena di “strateghi” della politica, per qualcuno buona a durare giusto la stagione che serve a mettere a posto gli interessi, prevalentemente edilizi, di pochi.

Dei problemi veri del paese non importa un gran che, né a una parte significativa della maggioranza né all’opposizione. Anzi, a ben guardare, i consiglieri che stanno facendo saltare l’amministrazione appartengono a quei partiti che in Regione hanno voluto le vasche…. coincidenza o furbata?

Non ce ne voglia quindi il buon Renzo (autore dell’articolo “Proprio non mi vogliono”),  aspirante consigliere comunale, ma pensiamo che oramai “questo matrimonio non s’ha da fare” poichè la giunta Fois si appresta ad uscire di scena con un grosso rotolone. Le prossime due sedute consiliari decreteranno molto probabilmente la parola fine o, forse ancora peggio, una breve ulteriore dolorosa agonia amminsitrativa.

Dobbiamo però rimproverare la strategia usata dal suo gruppo politico (Insieme per Senago) che ha fatto dimettere  il consigliere Chiesa prima dell’approvazione del bilancio, ottenendo gli effetti devastanti di cui ora egli si duole e lasciando la città prima in ostaggio dei consiglieri volutamente assenteisti a dispetto del mandato ricevuto, e poi in mano al commissario che probabilmente  non tarderà ad arrivare.

Pensarci prima? Se non lo avete fatto siete stati degli sprovveduti, se lo avete fatto celate secondi fini che prima o poi dovrete svelare.

In ogni caso non disperarti, Renzo, il “…non s’ha da fare, nè domani (*) nè mai”, valeva solo per i promessi sposi, qui c’è tempo. (…)

Ha detto Chiesa in un’intervista rilasciata ad un quotidiano locale: “mi sono dimesso per far posto ai giovani”, quindi hai ancora molte possibilità davanti a te. Intanto puoi indurre i tuoi compagni di partito, visto il tempo libero che avranno, a frequentare un corso di strategia politica per imparare meglio a scegliersi gli alleati, forse ne avete davvero bisogno.

Con affetto,
Sinistrasenago

(*) citazione testuale manzoniana

Annunci

Una risposta a “Senago: la giunta appesa ad un filo (di seta) e per Renzo è la quarta fumata nera

  1. Bellissimo !! Giovanni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...