Lega Nord, Salvini imita Marine Le Pen e imbarca Casa Pound

Mentre in Consiglio Comunale a Senago viene malamente ritirata la mozione antifascita presentata dalla maggioranza, a causa di una forte opposizione del centro destra composto da Lega, Forza Italia, Vivere Senago (Sofo), la Lega va a braccetto fraternamente con i fascisti di Casa Pound.

Ringraziamo il consigliere Milani per l’interpretazione data dalla sua esposizione che ignora totalmente i principi costituzionali riguardanti il fascimo ed i reati connessi (e come lui Sofo, Beretta, Vitalone, Gerardini, etc.) e per aver anche ignorato, senza chiederlo, che la mozione è stata presentata in Comune da ANPI Senago alcuni mesi orsono, quindi in tempi totalmente meno sospetti rispetto a quanto successo a Milano tra LegaNord e CasaPound, purtroppo di terribile attualità e contemporaneità con i contenuti della mozione.

Torneremo con altri articoli su questo catastrofico consiglio comunale.

Per adesso, con buona pace degli astanti oppositori, riportiamo un articolo che spiega come i neo fascismi siano già radicati in questo nuovo millennio.

§

 -  di Saverio Ferrari, 17.10.2014 – pubblicato in “il manifesto”.

Milano. Le ambizioni del segretario leghista: diventare leader della destra italiana. Fratelli d’Italia cerca di arginare l’armata anti-stranieri padana con una manifestazione analoga a Reggio Calabria.

18soc1-sotto-destra-matteo-salvini-terrone-del-nordLa mani­fe­sta­zione nazio­nale «Stop all’invasione», ovvero all’immigrazione, pro­mossa per oggi dalla Lega a Milano, segna un indub­bio punto di svolta. In gioco, più di quanto si pensi, sarà la stessa lea­der­ship nel centro-destra, ormai a due teste, con Forza Ita­lia e il Nuovo cen­tro destra, da un lato, a con­ten­dersi la parte «mode­rata» dell’elettorato, la Lega e i Fra­telli d’Italia, dall’altro, a mar­care l’ala più radi­cale in linea e sin­to­nia con le peg­giori for­ma­zioni raz­zi­ste europee.Anche gli ultimi son­daggi segna­lano un avvi­ci­na­mento sul piano del con­senso fra i due poli, con FI e l’Ncd, som­mati assieme, poco sotto il 20%, e la Lega più FdI attorno al 12%, con il par­tito di Sal­vini in risa­lita all’8%. Per altro pro­prio oggi i Fra­telli d’Italia ter­ranno in con­tem­po­ra­nea a Reg­gio Cala­bria una loro ini­zia­tiva con­tro Mare Nostrum, non certo una coin­ci­denza. Con la mani­fe­sta­zione odiena, tra i venti e i tren­ta­mila i par­te­ci­panti pre­vi­sti, circa due­cento i pull­man già orga­niz­zati, la Lega inten­de­rebbe oltre tutto pre­no­tare la can­di­da­tura di Mat­teo Sal­vini a Sin­daco di Milano.

La mobi­li­ta­zione, con cor­teo da Porta Vene­zia fino a Piazza Duomo, met­terà in mostra anche il nuovo volto leghi­sta dopo la svolta delle ultime ele­zioni euro­pee, un par­tito meno «padano», capace di muo­versi sul piano nazio­nale, sem­pre più a imma­gine e somi­glianza del Front natio­nal di Marine Le Pen in Fran­cia, ormai il vero modello da seguire. L’annunciata costi­tu­zione della cosid­detta Lega dei popoli nel centro-sud, un insieme di sigle e realtà locali, tra le più dispa­rate, con cui fede­rarsi, sostan­zie­rebbe la nuova stra­te­gia. Ma le novità non fini­scono qui. La Lega pun­terà infatti nei pros­simi mesi in due dire­zioni. A rac­co­gliere sul piano sociale, attra­verso atti di disob­be­dienza fiscale e occu­pa­zioni di piazze, le pro­te­ste che quasi un anno fa già furono dei «for­coni», ma anche a con­vo­gliare nella pro­pria orbita l’estrema destra, pun­tando a fruire dell’appoggio delle sue sedi e dei suoi mili­tanti, can­di­dan­dosi a vero par­tito di riferimento.

Mat­teo Sal­vini, come noto, ha fatto visita nei giorni scorsi a Casa Pound, a Roma, nel palazzo occu­pato di via Napo­leone III. Scopo dell’incontro, pre­sente Gian­luca Ian­none, pro­prio la gestione della Lega dei popoli, che si dovrebbe gio­vare del sup­porto dei mili­tanti neo­fa­sci­sti. Voci indi­screte hanno anche fatto tra­pe­lare che a Casa Pound sarebbe arri­vato, sem­pre dalla Lega, un con­si­stente aiuto finan­zia­rio a titolo di rim­borso per l’ultima cam­pa­gna elet­to­rale in cen­tro Ita­lia coro­nata dall’elezione di Mario Bor­ghe­zio. Un toc­ca­sana per «i fasci­sti del terzo mil­len­nio» che ver­se­reb­bero in cat­tive acque finan­zia­rie, nono­stante l’apertura di risto­ranti e oste­rie tra Roma, Milano e Malaga, con debiti non indif­fe­renti accu­mu­la­tisi in que­sti anni. La tra­sfor­ma­zione nei fatti di Casa Pound in un’articolazione della Lega nel centro-sud potrebbe risol­vere anche que­sti pro­blemi. In comune lo slo­gan «prima gli ita­liani» e l’idea dei «con­fini da difen­dere» tra­mite l’esclusione, la discri­mi­na­zione e l’imbarbarimento della con­vi­venza civile.

Ma alla mani­fe­sta­zione «con­tro gli immi­grati» non sfi­lerà solo Casa Pound. Par­te­ci­pe­ranno uffi­cial­mente anche quelli di Pro­getto nazio­nale (la sigla di coper­tura del Veneto fronte ski­n­heads), di Destra per Milano, di Patria e Libertà (un grot­te­sco rima­su­glio monar­chico), di Lealtà azione (ovvero gli Ham­mer­skin), del movi­mento Patriae che ha rac­colto i fuo­riu­sciti di Forza nuova, più un’altra serie di sigle del varie­gato uni­verso neo­fa­sci­sta. Sul palco, dun­que, Sal­vini e forse Ian­none, sotto nugoli di cami­cie verdi e cami­cie nere.

La rispo­sta della Milano demo­cra­tica risulta affi­data a un arco di forze com­po­sto da comu­nità stra­niere, coor­di­na­menti stu­den­te­schi, cen­tri sociali e sezioni sparse dell’Anpi, più le for­ma­zioni della sini­stra comu­ni­sta (Prc, PdcI, Pcdl), riu­ni­tisi attorno al car­tello di «Milano metic­cia, anti­fa­sci­sta e anti­raz­zi­sta». L’appuntamento per loro è alle 15 in Largo Cai­roli per un contro-corteo nel cen­tro cittadino.

Silente l’intellettualità pro­gres­si­sta, così il centro-sinistra, a par­tire dal suo sin­daco. Non pro­prio una novità.

(pubblicato in “Il Manifesto” del 17-10-2014)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...