Il PCI è tornato

Un Futuro grande come la storia. La Nostra.

Il 24 Giugno 2016 si è formalmente, e finalmente, ricostituito il Partito Comunista Italiano, ripartendo propri oda Bologna da cui il 12 novembre 1989 Occhetto annunciò la svolta che avrebbe portato, poco più di un anno dopo, a distruggere il PCI, trasformandolo dapprima nel PDS, e poi via via in formazioni sempre peggiori.

La ricostruzione del PCI  è figlia di processo aggregativo iniziato due anni fa ed a cui hanno da tempo aderito i Comunisti Italiani (PCdI), che si scioglieranno in luglio per entrare nel nuovo PCI, insieme con varie altre associazioni e aree organizzate della sinistra oltre a vari comunisti che ritrovano ora una casa riconosocibile e per cui varrà la pena di impegnarsi con passione

Tra i punti fondanti del PCI si può trovare una sintesi basata sull’evidenza che, cadute le promesse di benessere e pace previste da qualcuno nel 1989, il capitalismo mostra ora, senza veli, il suo volto distruttivo. Quella che viviamo da anni non è “la crisi del Capitalismo”, ma è proprio il capitalismo senza più la maschera del welfare socialdemocratico di anni fa. Un pugno di ricchi, che gestisce lo sfruttamento di enormi masse umane e dell’ambiente, è disposto – pur di non cedere, neppure parzialmente, potere e privilegi insopportabili – a provocare una guerra generalizzata e a mettere a repentaglio ambiente, umanità e pianeta. Per non rassegnarsi a queste prospettive terribili è necessaria l’idea generale di un modo diverso e migliore di vivere e di produrre. Il socialismo, cioè la proprietà e il controllo sociale dei mezzi di produzione, di scambio e delle risorse essenziali per la vita umana è, per noi, un tema attuale e decisivo. Il superamento del capitalismo è sempre di più l’unica possibilità di evitare un’altra barbarie.

La Sezione Gino Donè dei Comunisti Italiani, operante a Bollate, Senago e Novate, ha aderito all’unanimità e con pieno impegno a questo nuovo percorso aggregativo in un necessario polo comunista, sperando in una vasta inclusione di tutti coloro che si rifanno, con la testa e col cuore, all’esperienza passata del PCI, da Gramsci a Berlinguer.

Il nuovo PCI rimarrà aperto e disponibile ad ogni forma di collaborazione con le altre forze della vera sinistra italiana, specialmente sui temi sociali ed economici prioritari, e nel contrastare derive antidemocratiche, liberiste ed anticostituzionali della società. Ovviamente rimane anche a Senago l’impegno di proseguire nella valida, utile e per molti versi importantissima esperienza di Sinistra Senago.

Logo_PCI_2016_1

Il momento è ora, il PCI è tornato.

Relazione in video del neoeletto Segretario Mauro Alborese.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...