I “Fuochi di Sant’Antonio” e le stolte usanze

L’Italia, si sa, è piena di imbecilli. Il nostro paese, Senago, non fa in questo alcuna eccezione.

Nasce così, probabilmente da un folto gruppo di questi rappresentanti della specie umana, la malsana idea di preparare l’anteprima dei fuochi di Sant’Antonio.O qualcosa di simile.

Usanza a dir poco obsoleta ed arcaica, ed oggi ancor più priva di significato considerando i divieti antinquinamento emanti dalla Regione Lombardia (DGR n. 2525/14 ed altre) che ne vieterebbero anche solo il semplice accennarne l’idea, il neolitico gruppo organizzatore ha ben pensato di organizzare questa anteprima ideando di utilizzare, al posto di normale legna secca da ardere, enormi quantità di sfalci freschi, tagli di siepi verdi, rami di alberi appena tagliati, e anche materiali di scarto meno nobili, depositati da un va e vieni di camioncini che hanno scaricato nel prato antistante il centro sportivo sino al giorno prima del nefasto evento.

E’ così allora che una limpida serata di fresco vento da Nord, si è trasformata in un incubo notturno per tutti gli abitanti dei quartieri posti a sud del centro sportivo, dove l’agognato falò ha potuto dare il proprio triste spettacolo.

Immense colonne di fumo si sono levate dalla zona e schiacciate dal vento freddo si sono addossate a ridosso degli edifici. L’esodo fumoso è durato sino al mattino perchè la “verdura” fresca che hanno usato ardeva a ritmi lentissimi. Le case dei quartieri, fuori e dentro, sono state invase da un odore insolito, a volte acre, che ha provocato bruciore agli occhi di molte persone ed impregnato ogni cosa col suo puzzo orripilante.

Non ultimo ieri sera, ovvero il giorno dopo il falò, nel prato giaceva ancora brace ardente che nessuno, di coloro che lo hanno organizzato, ha pensato di spegnere o di tenere a bada, ignorando ogni possibile e reale pericolo. L’epilogo è stata l’uscita di un’autobotte dei Vigili del Fuoco che ha dovuto sedare il focoso risultato.

Non mostriamo, volutamente, alcuna fotografia per non dare vanto proprio ai fautori di questo stupido gioco. Speriamo invece che questa inutile usanza riesca a perdersi almeno nel futuro e che meno imbecilli possano nascere, almeno in questo nostro minuscolo paese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...