Rigurgiti fascisti! Fontana: «Razza bianca da difendere». E Riccardo Pase lo segue nel suo percorso verso il governo della regione.

Di seguito le frasi emanate dal candidato leghista per la Regione Lombardia Attilio Fontana. Al suo fianco nel filmato, in questo triste percorso che evoca la memoria delle leggi razziali fasciste del 1938, il candidato in regione per la lega il senaghese Riccardo Pase, che brinda con solenne soddisfazione alle idee del suo candidato alla presidenza.

«La nostra razza bianca», «noi come realtà etnica». Queste le indegne parole espresse oggi dal candidato alla presidenza della Regione Lombardia, il leghista Attilio Fontana. Che alla sua prima uscita pubblica con Matteo Salvini, domenica, aveva affermato: «Se ci sarà un governo di centrosinistra e si bloccherà l’autonomia, saremo costretti ad andare Roma con i forconi». Sempre domenica, intervistato su Radio Padania nella trasmissione «Sulla strada della libertà», l’ex sindaco di Varese ha dichiarato: «Noi non possiamo accettare tutti» gli immigrati «perché, se dovessimo accettarli tutti, vorrebbe dire che non ci saremmo più noi come realtà sociale, come realtà etnica». «Perché – ha proseguito – loro sono molti più di noi, più determinati nell’occupare questo territorio di noi. Noi, di fronte a queste affermazioni, dobbiamo ribellarci, non possiamo accettarle: qui non è questione di essere xenofobi o razzisti, qui è questione di essere logici, razionali. Noi non possiamo, perché tutti non ci stiamo. Quindi, dobbiamo fare delle scelte: decidere se la nostra etnia, la nostra razza bianca, la nostra società deve continuare a esistere o la nostra società deve essere cancellata: è una scelta». 

clicca qui per leggere l’articolo de “il corriere della sera”
La svolta fascista del nostro paese fa paura. I rigurgiti fasciti evocano il nostro peggior passato e portano ora alla memoria i più recenti tristi fatti di “pulizia etnica” accaduti in Jugoslavia e che hanno provocato decine di migliaia di morti tra civili e militari della stessa nazione. Stesse logiche, stessi odi, stessi razzismi. Una similitudine inaccettabile per uno stato democratico.

Indignate le reazioni politiche:

«Non scherziamo con le parole e con le persone. Nessuna deviazione dall’antifascismo e dall’antirazzismo può essere tollerata nelle istituzioni della Repubblica. Questa è la premessa fondamentale per chi vuole lottare ed amministrare con credibilità contro la corruzione e le mafie rilanciando le politiche pubbliche per la buona occupazione e i servizi collettivi a partire dalla salute delle cittadine e dei cittadini. Se lo ricordino bene tutte/i le/i candidate/i alle elezioni» (Massimo Gatti – candidato Presidente per la Regione di “Sinistra per la Lombardia”) .

«Siamo all’inizio della campagna elettorale, chissà quale sarà il prossimo passo. Probabilmente prima della fine della campagna dirà che tutti quelli che si chiamano Calogero e vengono dalla Sicilia hanno un mese di tempo per tornare a casa. Se tanto mi dà tanto..», ha commentato il sindaco Giuseppe Sala.

E Maurizio Martina, ministro e vicesegretario pd: «Un candidato presidente che si lancia in dichiarazioni così deliranti dimostra drammaticamente di non essere all’altezza della più importante regione del paese».

Franco Mirabelli, senatore Pd: «È chiaro che la deriva della destra non ha più limiti, altro che moderati».

Angelo Bonelli di Verdi Insieme: «Che razza di ignorante!». Dario Violi, candidato del M5S per la Lombardia: «Parole vergognose, pensi prima a fare pulizia nel suo partito».

Riccardo Nencini, segretario del Psi: «Parla di razza bianca proprio come il governatore dell’Alabama sessanta anni fa».

Pietro Bussolati, segretario metropolitano del Pd: «Presentato come volto moderato della Lega, non è altro che un razzista».

Ettore Rosato, capogruppo del Pd alla Camera: «Vergogna razzista».

Ruth Dureghello, presidente della Comunità Ebraica di Roma: «È concepibile nel 2018 dover ribadire agli ignoranti che non esiste una razza bianca da difendere, a ottanta anni dalla promulgazione delle leggi razziali?».

 

Annunci

I commenti sono chiusi.