La scuola di razzismo nella sede di Forza Nuova: “Picchiate i bengalesi”

Roma, le accuse nell’informativa dei carabinieri del Ros. Un papà: “Mio figlio dallo psicologo per guarirlo dall’odio”

di FEDERICA ANGELI E GIUSEPPE SCARPA (dal sito de “La Repubblica”)

045244037-1bc286d1-86e7-4c07-aad5-09cc13f38ed4.jpgROMA. Minorenni a scuola di razzismo e indottrinati all’odio nella sede di Forza Nuova di via Amulio nella Capitale. Si possono sintetizzare così le 352 pagine dell’informativa dei carabinieri del Ros che hanno portato la procura di Roma a chiedere il rinvio a giudizio per il prossimo gennaio per “incitamento all’odio razziale” di diversi esponenti del movimento neofascista.

Quello che raccontano le carte allegate al fascicolo firmato dal pm Sergio Colaiocco dà uno spaccato di quanto il movimento di estrema destra punti tutto sui giovani. “A me la cosa che interessa di più so’ i ragazzini, i ragazzini “, dice uno dei leader della sede storica romana di Forza Nuova. Giovani reclute da crescere nell’odio e che sfuggono all’educazione di madri e padri, cambiano umore, si fidano ciecamente dei dettami dei leader del movimento. Ci sono i genitori di alcuni ragazzini che frequentano la sezione del partito che chiamano disperati … continua a leggere sul sito de La Repubblica – clicca qui –

Annunci